3 trucchi per un’installazione efficace dei vostri oggetti comunicanti

//3 trucchi per un’installazione efficace dei vostri oggetti comunicanti

Ci siamo, avete appena ricevuto il vostro primo kit Newsteo IoT. Misurazione di temperatura? D’umidità? Installazione di una camera refrigerante? Su un ponte? Le possibilità sono vaste ma il funzionamento è sempre lo stesso.

Ebbene, prima di cominciare la vostra installazione, ecco i 3 punti indispensabili da conoscere affinché la vostra installazione sia efficace e immediatamente funzionale:

1. Le antenne alla verticale

Non lo ripeteremo mai abbastanza: le antenne delle vostre sonde o registratori senza fili devono essere posizionate verticalmente.
Orizzontalmente, perderete centinaia di metri di portata radio.

bonne position de l'antenne

Per facilitare l’installazione vi proponiamo dei supporti di fissaggio in acciaio.

Altri piccoli consigli per perfezionare la portata radio:

  • Non incollare l’antenna al muro, lasciare sempre uno spazio di una decina di centimetri
  • Se la portata radio è un pò limitata, potete giocare sulla taglia dell’antenna di ricezione e optare per un’antenna più grande.
  • Pensare a verificare bene l’avvitamento dell’antenna, la quale deve schiacciare la guarnizione presente tra antenna e unità

2. Cambiamento di canale radio prima della messa in servizio

Prima di mettere in servizio la vostra installazione, è importante cambiare il canale radio e di aggiungere una sicurezza alla vostra trasmissione. Newsteo ha sviluppato più di 150.000 oggetti comunicanti. Se tutti questi oggetti non sono criptati il vostro software di supervisione sarà inevitabilmente contaminato un giorno dai dati sei sensori di un vicino, che non vi interessano.

Per evitare questo problema vi basta:

  • cambiare canale radio, per non comunicare sul canale radio più utilizzato dagli oggetti comunicanti Newsteo, ovvero il canale 1 (canale sul quale i registratori di dati sono programmati in uscita di produzione)
  • scegliere una frase chiave per la vostra rete di oggetti comunicanti e inserire tale frase in ogni oggetto (emittenti e ricettori). La vostra rete diviene, quindi, sigillata; non potete vedere le misurazioni di altre persone e nessuno vedrà le vostre.

La procedura per realizzare queste impostazioni è dettagliata qui:

Modificare il canale radio d’utilizzo : vedere la procedura

Creazione di una rete chiusa (chiave di sicurezza): vedere la procedura

3. Configurare l’invio d’allarmi

Il software RF Monitor o l’applicazione web Webmonitor permettono di configurare l’invio di allerte per e-mail. Affinché la vostra installazione sia affidabile su un lungo termine è importante pensare adesso ad effettuare questa configurazione.

  • Potete configurare gli allarmi in base alle misure rilevate dai sensori (temperatura troppo calda…)
  • Potete configurare gli allarmi sul funzionamento dei prodotti. Queste impostazioni sono primordiali: riceverete un’ allerta in caso di batteria debole o in caso di perdita di comunicazione con l’oggetto comunicante.

Se l’allarme della batteria si attiva, cambiate immediatamente la batteria del vostro dispositivo. Le batterie al Litio hanno durata di vita corta.
Vi forniamo delle batterie ad altissima capacità che permettono di raggiungere le autonomie specificate.

Utilizzate RF Monitor:

Configurazione delle allerte: vedere la procedura

Utilizzate Webmonitor:

– Tappa 1: configurazione del server SMTP d’invio delle allerte: vedere la procedura

– Tappa 2: configurazione delle allerte: vedere la procedura

Speriamo che questi consigli vi siano stati utili.

Per qualsiasi informazione complementare non esitate a contattare il nostro servizio assistenza tramite il nostro apposito web.

Contattare il servizio supporto
2019-02-21T13:57:27+00:0013 November 2018|Il Valore Aggiunto Tecnico|